Un baby monitor non può mancare in una casa con un bambino perché è indispensabile per poterlo controllare. Oltre a essere pratico e sicuro, questo importante alleato nella cura dei propri piccoli aiuta anche a prevenire la sindrome della morte in culla (SIDS in inglese), ovvero la tragica morte durante il sonno e senza alcun tipo di motivazione o sintomo.

Cosa è la sindrome della morte in culla

SIDS sta per Sudden Infant Death Syndrome e, specialmente negli Stati Uniti, è la prima causa di decesso per bambini fino a un anno di vita. Non c’è un motivo per cui ciò accada, le caratteristiche fisiche per cui un piccolo risulta più portato rispetto a un altro non sono assolutamente chiare.

Con un video baby monitor, però, è possibile prevenire in largo modo questa drammatica possibilità, proteggendo i nostri bambini da un destino così tragico.

Come provare a prevenire la SIDS

Per prima cosa occorre sempre mettere il bambino a letto lasciandolo in posizione supina, ovvero a pancia in su; lenzuola e coperte devono essere ben rimboccate e nel lettino non devono trovarsi né cuscini né oggetti morbidi come peluche.

Tenendo la culla in camera con mamma e papà si può intervenire molto più velocemente prevenendo che la sindrome si manifesti. Anche in questo caso è sempre importantissimo avere comunque il baby monitor accanto al letto.

Un tipo di baby monitor molto utile in questo caso è l’Angel Care il quale, oltre ad avere un’unità genitore e un’unità bebè, ha un pannello sensoriale da mettere sotto al materasso che registra i movimenti del piccolo. Nel caso in cui il bambino non dovesse muoversi, un allarme sonoro – in alcuni modelli anche visivo – avvertirà.

Nonostante non siano chiare le cause, le mamme che smettono di fumare in gravidanza e che non fumano dopo la nascita permettono alle probabilità che la SIDS colpisca il proprio bambino di ridursi drasticamente. Mai fumare in presenza del bambino, quindi!

Il ciuccio è un altro amico dei bambini che li aiuta a prevenire la sindrome da morte improvvisa. Il succhiotto, infatti, fa sì che il bambino non smetta di respirare, essendo occupato a succhiare durante il sonno.

Queste precauzioni possono veramente abbassare notevolmente le possibilità che il proprio piccolo vada incontro a SIDS, per questo motivo è sempre importante contare sui migliori metodi di sorveglianza. La sicurezza deve sempre stare al primo posto, per questo motivo la scelta di un ottimo baby monitor fa la differenza.

Di admin

Articoli correlati